L'Arte della vergogna

 

Il momento che stiamo vivendo è gravissimo sotto mille punti di vista diversi: è difficile immaginare trattati di sociologia, psicologia o politica che possano arrivare a descriverlo compiutamente.

L'arte invece, per sua natura, nasce per assolvere a questo compito. Solo un artista potrebbe rappresentare perfettamente la situazione attuale, con la grazia di un tratto di pennello o la potenza di un colpo di scalpello.

Noi di Pro Italia crediamo alla forza dell'arte e abbiamo pensato di dar vita ad un concorso artistico rivolto a pittori e scultori: "L'Arte della Vergogna".

Può una singola opera raffigurare l’ingiustizia e la discriminazione del Green Pass, il tradimento delle nostre istituzioni e il terrore perpetrato dai grandi media?

Abbiamo lanciato il concorso in occasione della Giornata della Memoria, proprio perché vogliamo che l'arte aiuti in futuro a non dimenticare la vergogna di questi due anni.

Le foto delle opere dovranno essere inviate entro il 30 Maggio a info@proitalia.org, mettendo nell'oggetto della mail la dicitura "Concorso Arte della Vergogna", specificando nel testo del messaggio nome, cognome, informazioni e contatti dell'artista.

Le opere verranno sottoposte al giudizio di una giuria tra cui figureranno esperti d'arte e appartenenti alla segreteria Pro Italia. L'autore dell'opera vincitrice, oltre a ricevere il riconoscimento "Corbezzolo d'oro", verrà intervistato e presentato nell'evento pubblico di premiazione. Verrà chiesto poi agli artisti l'autorizzazione ad esporre le loro opere in una mostra dedicata.

Nota: gli artisti che parteciperanno al concorso manterranno i pieni diritti sulla proprietà intellettuale delle proprie opere. Queste non verranno in alcun modo utilizzate in futuro da Pro Italia senza l'autorizzazione da parte dell'autore.